dal corriere.it

di Massimo Gramellini

Nell’era delle post-verità e delle balle ultra-galattiche, lo scemo del villaggio è assurto alla dignità di opinionista. Non più lo scocciatore da evitare per strada nascondendosi dietro una macchina in sosta, ma il portavoce rispettabile di una visione alternativa dell’esistenza, da intervistare con tutti gli onori per garantire la par condicio.

Il 18 novembre FLC CGIL, CISL Scuola, UIL Scuola Rua e SNALS Confsal diffonderanno, con iniziative organizzate in tutta Italia, il Manifesto per la Scuola. La Scuola è aperta a tutti e a tutte, già presentato alla stampa giovedì scorso in concomitanza con l’apertura delle trattative per il rinnovo del contratto.

La Sottosegretaria di Stato alla Presidenza del Consiglio, Maria Elena Boschi, e la Consigliera in materia di Pari Opportunità, Lucia Annibali, hanno presentato nella sala stampa di Palazzo Chigi gli spot della nuova campagna di comunicazione per promuovere il 1522, il numero gratuito antiviolenza e antistalking. La presentazione si iscrive nell'ambito delle iniziative in vista del 25 novembre, Giornata intenzionale contro la violenza sulle donne.

Dopo 71 anni di provvisorietà l’Inno di Mameli, o meglio «Il canto degli Italiani», diventa ufficialmente l’Inno della Repubblica Italiana. Dopo svariati tentativi nelle precedenti legislature, il Senato ha approvato definitivamente la legge che rende ufficiale quell’inno che il Consiglio dei ministri del 12 ottobre 1946 adottò provvisoriamente.

 Il prossimo 6 novembre si terrà un incontro per fornire informazioni e chiarimenti sul prossimo concorso per i docenti e dare a tutti gli strumenti per orientarsi e prepararsi.

L'incontro, rivolto ai neolaureati/laureandi, dottorandi, ai docenti della fase transitoria e ai giovani interessati alle nuove regole introdotte dal Decreto sul reclutamento scolastico emanato lo scorso 10 agosto (classi di concorso, 24 cfu, Fit, concorso)., si terrà alle ore ore 15,30 nella sala conferenza della CGIL di Latina.