da Repubblica.it

«Quei bastardi devono bruciare», ha continuato a urlare la folla inferocita, circa 300 persone, che dalle 15 ha iniziato a presidiare l’ingresso del centro. Poco prima delle 23 qualcuno ha dato fuoco a una macchina di servizio degli operatori del centro parcheggiata di fronte all’ingresso della struttura di accoglienza. La folla ha provato a ostruire il passaggio anche ai mezzi dei vigili del fuoco. Gli agenti in assetto antisommossa sono intervenuti più volte per ristabilire la calma.

Da indiscrezioni raccolte nella giornata di ieri è emersa una clamorosa decisione che gli organi di controllo si apprestano a prendere riguardo la non concessione dell'autorizzazione al pensionamento per il prossimo 1 settembre.

Tale clamorosa decisione è motivata dal fatto che