La principale novità è la ripartizione delle risorse alle scuole per la formazione del personale sottoscritta da Miur e Organizzazioni Sindacali lo scorso 19 novembre sono il superamento del sistema di formazione basato sulle scuole polo e le reti di ambito introdotto con la legge 107/2015 e il ripristino della piena titolarità degli organi collegiali di scuola nella predisposizione del piano formativo d'istituto.

 

Con le risorse assegnate direttamente alle singole istituzioni scolastiche ogni collegio docenti potrà deliberare il proprio piano formativo in coerenza con il Ptof. Le risorse attribuite alle scuole saranno oggetto di contrattazione integrativa al fine di stabilirne i criteri di ripartizione.

La scheda di sintesi del contenuto dell'ipotesi di contratto nazionale sulla formazione