Pubblichiamo un importante documento della regione Lazio sulla gestione di casi e focolai di SARS- CoV-2 nelle scuole.

Questo documento, riteniamo, dovrebbe essere letto e studiato da tutti gli operatori scolastici e dovrebbe dare origine, tra l'altro, ad una semplice ma importante comunicazione alle famiglie (fondamentale per un coordinamento efficace delle misure indicate).

pdf Regione Lazio Indicazioni operative gestione casi COVID a scuola (1.23 MB)

Per semplificare riportiamo solo la parte che riguarda gli alunni:

"1.1.a Alunno

L’operatore scolastico che viene a conoscenza di un alunno sintomatico deve avvisare il referente scolastico per COVID-19.

Il referente scolastico per COVID-19 o altro componente identificato del personale scolastico (che non presenta fattori di rischio):

  • indossa la mascherina chirurgica; se l’età del bambino o altre particolari condizioni non consentono un adeguato distanziamento fisico, indosserà anche i guanti e schermo/occhiali protettivi come precauzioni da contatto con secrezioni/fluidi corporei.
  • fa indossare una mascherina chirurgica all’alunno se ha un’età superiore ai 6 anni e se la tollera. In assenza di mascherina istruisce l’alunno sul rispetto dell’etichetta respiratoria senza creare allarmismi o stigmatizzazione.
  • accompagna l’alunno nell’ambiente dedicato all’accoglienza e isolamento. I minori non devono restare da soli ma con un adulto munito di DPI fino a quando non saranno affidati a un genitore/tutore legale.
  • misura la temperatura corporea con termometro a distanza
  • telefona immediatamente ai genitori/tutore legale che avvisano e attivano il PLS/MMG
  • avvisa tempestivamente l’équipe AntiCovid-19 ai recapiti all’uopo identificati.
  • rassicura l’alunno e attende l’arrivo dei genitori che potranno entrare indossando una mascherina chirurgica.

L’équipe AntiCovid-19valuta con il PLS/MMG (avvisato dai genitori), con il referente scolastico Covid-19 e con i genitori/tutore legale, l’indicazione e la modalità di esecuzione del test diagnostico (passaggio al drive-in prima del rientro a domicilio, test in sede scolastica o in relazione all’urgenza del quadro clinico, valutazione in PS con ARES 118).

Se viene posta indicazione al test diagnostico questo deve essere effettuato il più rapidamente possibile, secondo le indicazioni di cui alla nota prot. Reg. Lazio n. 0803366 del 18-09-2020.

Qualora l’équipe AntiCovid-19 non fosse in grado di garantire un intervento in sede scolastica nei tempi coerenti con lo scenario a causa dell’elevato numero di richieste, per la valutazione congiunta può essere utilizzata la piattaforma “salute digitale” secondo le modalità descritte nella Determina Commissario ad acta U00103 del 22 luglio 2020, previo consenso dei genitori.

L’équipe AntiCovid-19valuta con PLS/MMG anche avvalendosi della modalità di teleconsulto le ulteriori necessità cliniche dell’alunno."