La Regione Lazio,con la Delibera di Giunta regionale n.517 del 20/07/2020,ha disposto l’estensione dell’indagine di sieroprevalenza dell'infezione da virus Covid-19 già attuata nei confronti degli operatori delle forze dell’ordine e degli operatori sanitari ai sensi della deliberazione di Giunta regionale n. 209 del 24 aprile 2020 anche all’interno delle comunità educative di istruzione e scolastiche presenti nel Lazio.

L’indagine di sieroprevalenza, è rivolta al personale docente e non docente e agli alunni e agli studenti disabili delle istituzioni scolastiche, statali, paritarie e non, di ogni ordinee grado(compresi gli istituti professionali), dei servizi educativi per l’infanzia -gestiti dallo Stato, dagli enti locali in forma diretta o indiretta -e delle scuole dell’infanzia statali, paritarie e non.

L’indagine gratuita, la cui adesione è individuale e volontaria, si svolgerà dal 20 agosto al 14 settembre p.v., salvo proroghe disposte dalla Regione Lazio.

Gli interessati riceveranno preventivamente una dettagliata informativa e sottoscriveranno l’autorizzazione all’utilizzo dei dati e dei risultati ai fini di sanità pubblica.

Attraverso il test sierologico, che consiste in un prelievo di sangue, è possibile individuare eventuali anticorpi diretti contro il virus, anche nei soggetti asintomatici o con sintomatologia lieve. In caso di test sierologico positivo saranno seguite le procedure indicate nella DGR n. 209 del 24/04/2020 e successive disposizioni regionali.

L’indagine sarà realizzata secondo un protocollo operativo condiviso tra le ASL del Lazio e l’Ufficio Scolastico Regionale, in base alle indicazioni operativedisposte dalla Direzione regionale Salute e Integrazione Sociosanitaria, in raccordo con l’Unità di crisi.

L'USR invita le Istituzioni scolastiche alla massima collaborazione con le ASL per favorire la pianificazione dell’iniziativa.