da Tuttoscuola.com

Il suicidio di Vittore Pecchini, il dirigente scolastico che a Venezia ha ceduto drammaticamente al peso delle contestazioni e delle responsabilità connesse all’esercizio della sua funzione, ha scosso il mondo della scuola e ha aperto un dibattito sulle condizioni di lavoro della dirigenza scolastica italiana.

 

Sotto accusa c’è implicitamente il sistema-scuola che nel corso degli anni ha via via scaricato sui capi d’istituto un carico enorme di funzioni e di responsabilità, inimmaginabili per qualsiasi altro dirigente pubblico; un carico di responsabilità che ha generato in tanti dirigenti scolastici un inevitabile stress, perché – è bene ricordarlo – la situazione attuale di molti dirigenti scolastici non è diversa da quella vissuta da Pecchini e per lui sfociata, purtroppo, nel drammatico epilogo.

Ci si sta già interrogando sul modo per attenuare o eliminare lo stress da lavoro anche per questa categoria di lavoratori, pesantemente interessata dal burnout, una sindrome riconosciuta proprio in questi giorni dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Crediamo, però che, oltre a preoccuparsi di come vincere lo stress e superare il burnout per rinforzare la situazione psicofisica dei dirigenti stressati, sarebbe opportuno e forse prioritario cercare, se possibile, di ridurre o rimuovere le cause esterne che stanno generando lo stress.

Per capire meglio le cause, diamo un rapido sguardo ai carichi di lavoro e alle connesse responsabilità, spesso esclusive per i dirigenti scolastici.

  • Responsabile della sicurezza degli edifici e del personale
  • Obbligo di reggenza di altre istituzioni scolastiche
  • Assunzione diretta del personale supplente
  • Responsabile attuazione norme anticorruzione
  • Responsabile della gestione degli appalti
  • Gestione degli organi collegiali
  • Gestione delle vertenze disciplinari del personale
  • Rappresentanza dell’Amministrazione in giudizio
  • Responsabilità civile verso il personale
  • Responsabilità civile verso l’utenza (alunni)
  • Titolare unico delle relazioni sindacali (RSU)
  • Garante e responsabile della privacy
  • Rapporti e contenzioso con l’utenza
  • Rapporti istituzionali esterni in veste di rappresentante legale