Nell’incontro tra le organizzazioni sindacali rappresentative della dirigenza scolastica e il vertice politico del MIUR, dopo un confronto serrato durante il quale la FLC CGIL ha ribadito le rivendicazioni storiche sulla distinzione delle responsabilità in materia di sicurezza tra l’ente locale e il dirigente scolastico, oltre che sulla necessità di una radicale revisione della procedura di valutazione, sulla tutela dei livelli retributivi dei dirigenti scolastici e sull’importanza di arrivare al rinnovo del CCNL previa condivisione di un indice tematico finalizzato all’emanazione dell’Atto di Indirizzo, si è giunti ad un accordo che ha portato alla sottoscrizione di un’intesa. 

 Questi in sintesi i punti salienti:

  • individuazione di misure legislative urgenti che definiscano più chiaramente le responsabilità dell’ente locale nella redazione di un documento sui rischi strutturali degli edifici scolastici
  • impegno del MIUR a reperire le risorse necessarie per incrementare il FUN e scongiurare il rischio di un arretramento delle retribuzioni dei dirigenti scolastici a partire dal 2019/2020. 
  • immediata apertura della contrattazione integrativa nazionale sui temi previsti dal CCNL e, in particolare, della procedura di valutazione dei dirigenti scolastici;
  • apertura di un tavolo tematico sulle materie che saranno oggetto dell’atto di indirizzo per il rinnovo del contratto.

Riteniamo positivo l’impegno oggi assunto dal vertice politico del MIUR che riconosce la peculiarità del ruolo della dirigenza scolastica.

Intesa miur sindacati su sicurezza fun e valutazione dei dirigenti scolastici del 29 ottobre 2019