Il MIUR ha pubblicato le circolari riguardo le linee operative per la formazione dei dirigenti scolastici neoassunti a.s. 2019-2020 e sui criteri e modalità per la valutazione e la documentazione del periodo di formazione di prova.

La FLC ha evidenziato come il ritardo con cui si sono fronite le linee operative abbia creato un forte disagio tra i neo dirigenti, alimentato anche dal fatto che il procedimento di valutazione è incentrato su un mero adempimento burocratico anziché sulla necessaria azione di guida esperta e supervisione sul campo che il tutor avrebbe dovuto assicurare.

La FLC ritene che ad un neo dirigente scolastico in formazione non possa essere richieste l’auto - riflessione e la rendicontazione sulle azioni dirigenziali attivate in quattro ambiti di competenze fondamentali, perché quelle competenze sono in via di costruzione e andrebbero semmai sviluppate, rafforzate e verificate attraverso l’osservazione diretta svolta presso le istituzioni scolastiche di assegnazione, come era indicato nel decreto.

Si tratta dell’ennesima occasione persa di offrire ai neo dirigenti scolastici il supporto qualificato necessario ad affrontare le numerose problematiche con cui ogni giorno essi si confrontano nella gestione di scuole sempre più complesse.

Quel supporto che la FLC CGIL continuerà a fornire, sostenendo il difficile lavoro dei dirigenti scolastici e assicurando l’impegno del sindacato a garanzia della trasparenza e della oggettività della valutazione del loro lavoro.