Le dichiarazioni di “rito” sono state già rese (in autocertificazione) in occasione dell’inclusione nelle graduatorie, inoltre il DL 69/13 ha anche abolito l’obbligo della certificazione di idoneità all’impiego.

All’atto dell’assunzione è comunque necessario provvedere ad una serie di adempimenti, alcuni obbligatori, altri legati alla situazione personale.

 Le domande/documentazioni da presentare sono le seguenti (entro 30 giorni):

  • dichiarazione dei servizi
  • computo/riunione/riscatto/ricongiunzione dei servizi/periodi ai fini pensionistici
  • riconoscimento dei servizi/periodi ai fini del trattamento di fine rapporto (TFR)
  • ricostruzione di carriera (inquadramento economico in base ai servizi pre-ruolo)
  • eventuale richiesta di adesione alla previdenza integrativa (fondo ESPERO)
  • Le attestazioni di carattere sanitario che non possono essere autocertificate

Per gli iscritti alla FLC CGIL è disponibile un servizio gratuito di assistenza per la compilazione delle domande e per il controllo della documentazione, anche in collaborazione con il patronato INCA CGIL.