Uno degli adempimenti importanti del personale neo-assunto riguarda il periodo di prova e formazione .

L’anno di prova dei docenti assunti a tempo indeterminato è regolamentato dal DM 850/15. Il FIT è stato abolito dalla Legge di Bilancio 2019, pertanto i docenti reclutati dal concorso 2018 (DDG 85/18) saranno assunti a T.I. dal 1° settembre 2019 e faranno l’anno di prova e formazione come tutti gli altri.

I requisiti di servizio per superare l’anno di prova sono: 180 gg nell’anno scolastico (che comprendono tutte le attività connesse al servizio, esami, scrutini e periodi di sospensione delle lezioni) e 120 gg di attività didattica (che comprendono i giorni di effettivo insegnamento, attività progettuali, formative e collegiali). È prevista la riduzione proporzionale in caso di part-time e in caso di maternità il primo mese di astensione obbligatoria è computato nei 180 gg.

L’anno di prova è rinviabile se il docente non ha prestato i periodi di servizio e di formazione prescritti (180 gg + 120 gg), sulla base di quanto previsto nel DLgs 297/94, art. 438 c. 5.

La formazione ha una durata complessiva di 50 ore:

Incontri propedeutici e restituzione finale

6 ore

Laboratori formativi/visite in scuole innovative

12 ore

Attività di peer to peer

12 ore

Attività sulla piattaforma on line (INDIRE)

20 ore

 I docenti in anno di formazione e prova si vedono assegnato un tutor, individuato tra i docenti della stessa disciplina, area disciplinare e tipologia di cattedra e sostengono il colloquio finale nel periodo compreso tra il termine delle attività didattiche e la fine dell’anno scolastico.

I docenti che hanno superato l’anno di formazione e prova presentano la domanda di ricostruzione della carriera dal 1° settembre al 31 dicembre dell’anno scolastico successivo.