Grazie al costante impegno della FLC CGIL Frosinone Latina insieme alla FLC CGIL Regionale Roma Lazio e la FLC CGIL delle altre province del Lazio, dopo oltre un anno e mezzo di pressioni e note si è ottenuto, con l’emanazione del DDG 238/19 dell’USR Lazio preceduto da ulteriore richiesta congiunta di informativa confronto, lo sblocco delle surroghe delle posizioni economiche (1^ e 2^) del personale ATA delle istituzioni Scolastiche ricadenti nella nostra Regione.

 Il 17 luglio 2019 l’Uff. VIII - Ambito Territoriale di Latina ha pubblicato l’elenco dei beneficiari per la provincia di Latina che si può consultare sul nostro sito www.flclatina.it

La vicenda è ben conosciuta dal personale ATA della scuola e riguarda tutti coloro che a partire dal 2015 non sono stati più individuati, pur avendone diritto, beneficiari del relativo riconoscimento economico in busta paga per la mancata attuazione del meccanismo di surroga del personale che nel frattempo era stato collocato in pensione. Con il risultato raggiunto vengono finalmente riconosciute al personale interessato sia la retroattività economica che quella giuridica a decorrere dal 1 settembre 2015.

La posizione economica consente di individuare, in aggiunta ai compiti già previsti dagli specifici profili professionali, attività lavorative caratterizzate da autonomia operativa, per svolgere ulteriori e più complesse mansioni.
Le posizioni economiche A.T.A. sono previste dall’art. 50 del CCNL.

 Per essere destinatari della 1^ posizione economica (a fronte di compiti e attività più professionalizzanti, vengono remunerate a seconda del Profilo con 600 o 1200 euro lordi/annui) il personale deve concludere positivamente i percorsi formativi specifici, mentre per la 2^ posizione economica (Euro 1800 lordi/annui) si deve prima superare una prova preselettiva indetta dal MIUR e successivamente fare il corso di formazione.

 Considerato che gli stipendi del personale ATA sono tra i più bassi del pubblico impiego, il beneficio che deriva da ciò oltre che per l’importanza immediata di un maggiore introito mensile ed eventuali arretrati, andrà ad incidere anche sul calcolo della futura pensione.

 Dopo questo bel risultato sarà cura della FLC CGIL Frosinone Latina attraverso la FLC CGIL nazionale chiedere al MIUR di reperire le risorse per espletare i corsi di formazione affinché altro personale venga individuato come beneficiario di un diritto professionale ed economico riconosciuto dal nostro CCNL.