Nonostante la richiesta di un nuovo decreto, arrivata dal ministro dell'Interno Salvini, per consentire anche ai bambini non vaccinati di continuare a frequentare, da oggi, 11 marzo, i genitori che non hanno presentato alle scuole la certificazione originale sulle vaccinazioni dei figli vanno incontro alle sanzioni previste dalla legge Lorenzin, che arrivano fino all'esclusione da scuola per i nidi e quelle dell'infanzia.

 La legge, varata nel 2017, prevede che negli asili nido e nelle scuole materne i bambini non in regola con i 10 vaccini obbligatori indicati dal provvedimento non possano entrare in classe, mentre per le elementari e le medie si va incontro ad una sanzione fino a 500 euro.

I vaccini richiesti sono:

la quadrivalente, cioè contro morbillo, parotite, rosolia e varicella, che normalmente viene fatta tra il tredicesimo e il quindicesimo mese di vita,

l'esavalente, che si fa intorno al terzo mese di vita, e cioè difterite, tetano, pertosse, emofilo, polio ed epatite B