L'USR Lazio  ha pubblicato i criteri e le modalità di concessione delle provvidenze a favore del personale dipendente dell’ex Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, in servizio negli uffici periferici o nelle Istituzioni Scolastiche della regione Lazio, di quello cessato dal servizio e dei loro familiari.

 

Il sussidio può essere richiesto per i seguenti casi verificatisi negli anni 2019 e 2020 :

  1. Decesso del dipendente, del coniuge, dei figli, di altri familiari o del convivente di fatto, purchè facenti parte del nucleo familiare anagrafico del dipendente al momento dell’evento. Le relative richieste di sussidio devono essere corredate da idonea documentazione da cui si evinca che le spese siano state sostenute da soggetti appartenenti al nucleo La Commissione esaminerà le richieste e esprimerà il proprio parere circa l’erogazione di un sussidio a favore dei superstiti nella misura massima di € 1.000,00.
  1. Malattia ed interventi chirurgici di particolare gravità riguardanti il dipendente, il coniuge, i figli o altri componenti inclusi nel nucleo familiare come sopra definito da cui derivino spese, per cure e/o per degenza, effettivamente sostenute, non a carico del Servizio Sanitario Nazionale o di altri Enti pubblici e non rimborsate da Società o Associazioni assicurative e di assistenza volontaria o Restano escluse le spese sostenute non strettamente connesse alle esigenze di cura delle malattie e degli interventi chirurgici (es: viaggi, pernottamenti, telefonate, ristori ecc..). Non sono ammesse spese riferite a rette per ricoveri in case di cura per anziani o spese per protesi e cure dentarie. La spesa minima per la quale è consentito inoltrare la domanda di sussidio è fissata in € 3.500,00 per una sola patologia, la più grave relativamente a ciascun soggetto colpito del nucleo familiare . Le relative richieste devono essere corredate da idonea documentazione da cui si evinca la spesa sostenuta, come specificato nel successivo Art. 6. La commissione provvede ad esaminare le richieste e ad esprimere il proprio parere circa l’erogazione di un sussidio nella misura massima del 30% delle spese documentate, sino ad un massimo di € 2.000,00 di sussidio erogabile.

Le domande, dovranno essere trasmesse entro il 1° novembre 2021 alla Direzione Generale, indirizzo pec: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.