L’Agenzia delle entrate mette a disposizione sul proprio sito 20 milioni di modelli 730 e 10 milioni di modelli Redditi (l’ex modello Unico), corredati di tutte le detrazioni d’imposta e deduzioni d’imponibile, in base alle informazioni disponibili.

 Tra queste, le spese sanitarie comunicate all’Agenzia da farmacie, studi medici, cliniche, ospedali; i bonifici per le ristrutturazioni edilizie; le spese per assicurazioni, per l’università e, novità di quest’anno, per gli asili nido.

Entrano nella precompilata anche le erogazioni liberali a favore degli enti del terzo settore.

Il contribuente può accettare il 730 così com’è oppure integrarlo e modificarlo, a partire dal 2 maggio, e poi inviarlo entro il 23 luglio (dal 10 maggio al 31 ottobre il modello Redditi).

https://infoprecompilata.agenziaentrate.gov.it/portale/