Il personale precario della scuola a cui scade il contratto a tempo determinato può presentare all’INPS la domanda per il riconoscimento della disoccupazione NASpI.

La "Nuova prestazione di Assicurazione Sociale per l'Impiego" (NASpI) è una prestazione erogata a favore delle lavoratrici e dei lavoratori dipendenti che abbiano perduto involontariamente l'occupazione.

 La lavoratrice o il lavoratore della scuola che perde involontariamente il lavoro può beneficiare della prestazione se:

• in stato di disoccupazione;

• presenta dichiarazione immediata disponibilità al lavoro presso la sede Inps o il centro per l’impiego territorialmente competente (Effettuabile presso il Patronato INCA CGIL)

• firma il patto di servizio per la ricerca attiva del lavoro.

• può far valere almeno 13 settimane di contribuzione nei quattro anni precedenti l’inizio del periodo di disoccupazione;

• può far valere almeno trenta giornate di lavoro effettivo nei dodici mesi che precedono l’inizio del periodo di disoccupazione.

La domanda va presentata all’INPS, esclusivamente per via telematica, dal giorno successivo alla scadenza del contratto ed entro il 68° giorno, attraverso il sito dell’INPS o con il supporto del patronato INCA CGIL.

Se la domanda viene inoltrata entro 8 giorni dal licenziamento l’indennità sarà corrisposta a partire dall’ottavo giorno successivo alla data di cessazione del rapporto di lavoro.

 In considerazione della complessità delle novità introdotte e della varietà delle situazioni individuali, consigliamo di rivolgersi per informazioni alle sedi territoriali della FLC CGIL e per la presentazione della domanda presso le sedi del patronato INCA.

Per rendere più rapide le operazioni è utile presentarsi con il modello SR 163 scaricabile direttamente dal sito dell’INPS.