Forniamo una scheda che cerca di dare risposte sintetiche ad una domanda "Cosa succede se....."

 

Se il medico competente non riconosce la qualifica di “lavoratore fragile”

Nel caso in cui la visita esiti in un giudizio di idoneità, il lavoratore continua a svolgere o è reintegrato nelle mansioni del profilo di competenza.

 

Se il medico competente riconosce il lavoratore idoneo ma evidenzia particolari prescrizioni

Se il medico competente indica quale prescrizione e misure di maggior tutela –ad esempio, l’adozione di mascherine FFp2, maggiore distanziamento, ecc.– il Dirigente scolastico deve provvederere alla fornitura dei Dispositivi di protezione individuale e all’adeguamento degli ambienti di lavoro o dei tempi della prestazione lavorativa e, comunque, adempiere a ogni tipo di indicazione ulteriore suggerita dal medico competente all’interno del giudizio di idoneità

 

Se il medico competente esprime un giudizio di inidoneità temporanea

Il personale ha diritto di chiedere di essere utilizzato in altri compiti, prioritariamente nell’ambito del settore scuola, tenendo conto della preparazione culturale e dell’esperienza professionale maturata.

Il competente Direttore dell’Ufficio scolastico regionale predispone l’utilizzazione del lavoratore presso l’Istituzione scolastica di provenienza, avendo cura di riportare l’orario di lavoro a 36 ore settimanali.

Ove possibile queste altre attività potranno essere svolte in modalità di lavoro agile.

Per i docenti non è previsto l'insegnamento in modalità a distanza

 

Se il lavoratore non richiede di essere utilizzato in altro compito

Qualora il lavoratore non richieda esplicitamente di essere utilizzato in altri compiti coerenti con il proprio profilo professionale, dovrà fruire, per tutto il periodo di vigenza della inidoneità temporanea, dell’istituto giuridico dell’assenza per malattia.

 

Se i lavoratori dichiarati temporaneamente inidonei sono più di uno per ogni scuola

I lavoratori possono essere utilizzati presso altre istituzioni scolastiche ed educative, ovvero presso gli Uffici degli Ambiti territoriali o presso le sedi degli Uffici scolastici regionali, finanche presso altre Amministrazioni pubbliche, previa intesa con i soggetti interessati.

L'utilizzazione avverrà, di norma, nell'ambito della provincia di titolarità dell'interessato.

 

Se il medico competente riconosce una inidoneità temporanea a svolgere qualsiasi lavoro

Il personale dichiarato temporaneamente non idoneo in modo assoluto deve essere collocato, con apposito provvedimento, in malattia d’ufficio fino alla scadenza del periodo indicato dal medico competente.

Infatti, in questo caso il giudizio del medico esclude ogni possibilità di impiego nel contesto lavorativo di riferimento.