Ci continuano a giungere richieste riguardo le modalità di nomina di supplenze su sostegno di docenti senza titolo, si ricorda a tale proposito che detta situazione è indicata nella circolare del MIUR "Istruzioni e indicazioni operative in materia di supplenzeal personale docente, educativo ed A.T.A." nota 38905 del 28 agosto 2019 a firma del dott. Carmelo Palumbo.

In sintesi la procedura prevede:

  1. che i posti eventualmente residuati, a seguito delle nomine da GAE,  sono assegnati dai dirigenti scolastici delle scuole che verificano la disponibilità di docenti con titolo nelle graduatorie di circolo e di istituto, di prima, seconda e terza fascia.
  2. In caso di esaurimento degli elenchi del sostegno delle graduatorie di istituto di prima, seconda e terza fascia, si ricorre successivamente, a quelli delle altre scuole viciniori nella provincia.
  3. In caso di mancanza di disponibilità anche nelle graduatorie delle istituzioni viciniore della provincia, si ricorre alle messe a disposizione di docenti che hanon titolo ad essere incluso nelle graduatorie di circolo e di istituto e che abbiano conseguito il titolo di specializzazione per il sostegno, tardivamente, rispetto ai termini prescritti dai provvedimenti di aggiornamento relativi alle graduatorie ad esaurimento e alle graduatorie di istituto ha titolo prioritario, nel conferimento del relativo incarico.
  4. Infine, esperiti tutti i tentativi di cui sopra, dovendo attribuire la supplenza ad aspiranti privi di titolo di specializzazione, i dirigenti scolastici individuano gli interessati mediante lo scorrimento della graduatoria di riferimento, se trattasi di scuola dell’infanzia e primaria e tramite lo scorrimento incrociato delle graduatorie d'istituto secondo l’ordine prioritario di fascia se trattasi di scuola secondaria di primo grado o di secondo grado con gli stessi criteri adottati al riguardo per la formazione degli elenchi del sostegno.

E' bene precisare che la graduatoria incrociata nelle scuole secondarie deve riguardare tutte le classi di concorso e i Dirigenti non possono effettuare una scelta relativa a particolari classi di concorso.