Nel Lazio un bambino con dislessia, disgrafia, disortografia o discalculia che si rivolga a una struttura pubblica attende fino a 18 mesi per ottenere la certificazione necessaria a ricevere un intervento dedicato. 

A 7 anni dall'approvazione della legge n. 170/2010, che raccomandava alle Regioni di garantire una “diagnosi precoce” di DSA (Disturbi Specifici dell'Apprendimento) allo scopo di offrire agli studenti “eguali opportunità di sviluppo delle capacità in ambito sociale e professionale”, nel Lazio la norma non è stata ancora pienamente attuata.


L'Ordine degli psicologi ha realizzato una video inchiesta, condotta dal giornalista Luca Bertazzoni, per approfondire la situazione.