Il CSPI, nel corso dell’adunanza plenaria del 29 maggio 2018, ha approvato all’unanimità il parere relativo allo schema di DPR recante disposizioni in merito ai concorsi per l’accesso ai ruoli di docente nelle scuole secondarie di primo e secondo grado.

 

Il CSPI, in premessa, ha espresso la propria difficoltà nell’esprimere una valutazione completa e organica sullo schema di DPR che è stato sottoposto al parere del Consiglio senza poter esaminare congiuntamente gli altri provvedimenti che ne regoleranno aspetti fondamentali quali le modalità di gestione delle procedure concorsuali, i criteri di valutazione, nonché l’elenco dei titoli valutabili.

Nel merito dell’articolato del DPR il CSPI ha evidenziato le proprie riserve rispetto alla differenziazione delle prove orali tra il percorso riservato e quello pubblico con particolare riferimento alla conduzione delle stesse (art. 7). Il Consiglio rileva come la lezione simulata sarebbe da richiedere in entrambi i percorsi, in quanto modalità idonea a verificare il possesso delle metodologie didattiche richieste dalla procedura concorsuale, così come sperimentato nei precedenti concorsi pubblici.

Inoltre, qualora si ritenga di mantenere, nonostante i rilievi evidenziati, l’impianto differenziato delle prove orali, il CSPI ritiene indispensabile che anche nel concorso pubblico siano garantito le 24 ore di tempo per la preparazione dei candidati sui settori disciplinari che potranno essere oggetto delle domande (art. 9).

Si pubblica il DPR con le osservazioni del CSPI:

parere cspi su concorso docenti del 29 maggio 2018