Il concorso straordinario per docenti della scuola secondaria può procedere senza ulteriori intoppi, fino a quando la Consulta non si sarà pronunciata sulla costituzionalità della norma che esclude i docenti che non abbiano l’abilitazione.

 Questa è la decisione del Consiglio, pur mantenendo i giudici  le perplessità riguardo al bando di concorso riservato ai docenti di seconda fascia, che non ha disposto  l’ammissione con riserva di candidati senza abilitazione.

Per ora si va avanti  in attesa della sentenza della Corte Costituzionale, sula questione di costituzionalità della disciplina attuativa della legge sulla «buona scuola». L’ultima parola spetta ai giudici della Consulta che potrebbero ancora dare ragione alle decine di migliaia di non abilitati esclusi da questa tornata di stabilizzazioni.