Durante il confronto avvenuto il 30 luglio, il MIUR ha illustrato le bozze del bando del concorso ordinario per la scuola dell’infanzia e primaria che sarà bandito a breve, già illustrato in occasione dell’informativa sul regolamento.

 La FLC CGIL ha presentato al tavolo sindacale alcune criticità che sono state evidenziate dalle recenti procedure concorsuali:

  • la qualità dei contenuti delle prove preselettive deve essere maggiormente curata in modo tale che non ci sia una impostazione ipergiuridicistica: abbiamo chiesto che ci sia un giusto equilibrio fra le domande di logica, quelle di comprensione e quelle di normativa scolastica, limitate agli argomenti ed alle competenze effettivamente richieste agli insegnanti. Riteniamo inoltre che per la prova preselettiva debbano essere messe a disposizioni le batterie di domande in tempi utili perché i docenti possano orientarsi. Su questo punto abbiamo chiesto un incontro specifico di confronto, nel merito del contenuto delle domande.
  • Inoltre abbiamo riportato il problema del giusto compenso per i membri delle commissioni esaminatrici: essi devono poter avere l’esonero (anche temporaneo, o comunque limitato ad un certo periodo) ed un compenso dignitoso.

Il MIUR ha preso nota delle nostre osservazioni e si è riservato di intervenire nelle direzioni da noi illustrate.

Quanto alla tempistica, pur essendo il bando ad un buon punto di elaborazione, si è convenuto di avviare la procedura dopo la pausa estiva.