da SKYTG24

La procura di Napoli ha aperto le indagini su un presunto sistema per favorire gli aspiranti insegnanti di sostegno ad ottenere il diploma necessario per l'abilitazione. Le indagini, nate da una denuncia, ipotizzano i reati di falso e truffa. Secondo quanto riporta il quotidiano Il Mattino, gli inquirenti sospettano un collegamento tra il sistema per truccare i corsi e l'incendio scoppiato lo scorso 2 dicembre negli uffici del Provveditorato agli Studi di Salerno.

 

L'ipotesi, al vaglio della magistratura, è quella che il rogo sia servito per distruggere eventuali prove. Nell'incendio sono andate perse migliaia di pratiche di aspiranti professori che erano state stipate in un archivio all'ultimo piano degli uffici dove sono divampate le fiamme.